Perché creare blog WordPress: la superstar dei CMS

Perche-creare-un-blog-wordpress

Dopo aver capito quali competenze occorrono per creare un blog di successo, vediamo cosa ti serve per poter mettere in piedi il tuo sito web.

Per gestire un blog o un sito web hai bisogno di un CMS (Content Management System), ovvero un sistema per la gestione dei contenuti che pubblicherai, un sistema che ti permetta di creare, modificare ed eventualmente eliminare pagine o articoli del sito, organizzare i menu, le categorie, gestire i commenti ecc.

In rete esistono molte soluzioni CMS disponibili, alcune open source (software gratuiti e liberamente utilizzabili e modificabili), come per esempio Joomla, WordPress, Drupal, oppure l’emergente Ghost, mentre altre sono a pagamento, come per esempio SquareSpace o Typepad.

Ma tu vuoi creare un blog con il migliore strumento in circolazione giusto?

Allora non perdiamo tempo analizzando gli strumenti meno adeguati: impostando in grassetto la parola “WordPress”, ti ho già mostrato che la soluzione migliore per dare vita alla tua presenza online è creare blog WordPress.

Perché cerare blog WordPress? I motivi che fanno di WordPress la star dei CMS sono molteplici.

Di sequito ho stilato per te una lista di quelli principali.

Creare blog WordPress: 10 motivi per cui dovresti utilizzare questa piattaforma

10-motivi-per-Creare-blog-WordPress

Creare blog WordPress facileE’ facile da usare

Per creare blog Wordpress non devi conoscere alcun tipo di linguaggio di programmazione o avere particolari competenze tecniche, e si installa in pochi minuti.

Realizzare nuove pagine web o articoli, organizzare menu, inserire file da scaricare, immagini, o qualunque altra operazione si presenta piuttosto semplice, anche per un perfetto neofita del web.

Creare blog WordPress interfaccia intuitiva

Ha un’interfaccia intuitiva

L’interfaccia di WordPress è di fatto molto facile ed intuitiva: una volta capito il meccanismo potrai gestire i contenuti del tuo sito web senza alcun problema.

Il pannello di amministrazione di Wordpress è organizzato in maniera tale da trovare a colpo d’occhio tutte le opzioni comuni, permettendo comunque di accedere velocemente a quelle più particolari.

Creare blog WordPress facile web designerRiduce al minimo l’intervento di web designer e programmatori

Avendo alle spalle più di 10 anni di sviluppo e costanti perfezionamenti (la prima versione di WordPress fu rilasciata nel 2003) questo CMS offre una grandissima quantità di plugin (componenti aggiuntivi da installare separatamente), che permettono di soddisfare qualunque tipo di esigenza.

Poiché installare e disinstallare un plugin WordPress equivale praticamente ad un click, è possibile evitare o ridurre al minimo l’intervento di programmatori.

Creare blog WordPress facilePermette di collaborare con più utenti

WordPress offre la possibilità di creare, modificare ed eliminare facilmente degli utenti ed assegnare dei ruoli diversi per ognuno di essi.

Così facendo sarà possibile collaborare con più individui sui contenuti del blog o sito web, arrivando a poter creare una vera e propria redazione online.

Creare blog WordPressCi fai di tutto

Sempre grazie all’incredibile quantità di plugin aggiuntivi disponibili online e continuamente aggiornati, puoi adattare il tuo sito web a qualunque tipo di esigenza in qualunque momento.

Potresti trasformarlo per esempio in un e-commerce o in un sito multilingua in pochissimi minuti e, anche in questo caso, senza l’intervento di programmatori esterni (ciò dipende anche dalla complessità del tuo progetto)

Creare blog WordPress gratisI costi sono praticamente inesistenti

Come ti ho mostrato all’inizio di questo post, WordPress è un CMS open source, è possibile quindi scaricarlo ed installarlo gratuitamente. Il bello è che anche la maggior parte dei plugin che potrai usare per attivare le funzionalità aggiuntive di cui avrai bisogno sono completamente gratuiti.

Per cui hai la possibilità di creare blog WordPress gratis (a parte l’acquisto di un Dominio ed un Hosting). E’ vero, esistono dei plugin a pagamento, ma i prezzi per l’acquisto risultano relativamente bassi.

Creare blog WordPress SEO I motori di ricerca amano WordPress

WordPress è perfetto per ottimizzare al meglio il tuo blog o sito web per i motori di ricerca. Anche in questo caso, puoi servirti di diversi plugin in modo da impostare i contenuti del tuo blog secondo le regole SEO più adeguate, anche se di SEO non sai proprio nulla.

SEO by YOAST offre per esempio la possibilità di impostare la SEO del tuo blog in modo semplice e veloce.

In questa guida puoi trovare maggiori informazioni sul SEO: Come ottimizzare il SEO per WordPress sul tuo blog

Creare blog WordPress web design Personalizzazione grafica al 100%

Con WordPress il tuo blog/sito web è personalizzabile al 100%. Esistono migliaia di temi grafici di altissima qualità, sia gratuiti che a pagamento (puoi trovarne alcuni veramente fantastici anche a poche decine di euro).

Ovviamente installare un tema su WordPress è a prova di principiante: per aggiungere una nuova grafica o passare da un design all’altro sono sufficienti pochi click e una manciata di secondi.

Creare blog WordPress supportoComunità di supporto

WordPress gode anche di un’imponente community di supporto e varie documentazioni online, sia italiane che straniere (perlopiù in inglese). Pertanto è facilissimo trovare moltissimi forum di discussione e siti che parlano di WordPress.

Se hai un problema o un dubbio su WordPress, ti basterà fare un ricerca su google e con molta probabilità potrai trovare la soluzione di cui hai bisogno; se non la trovi, iscriviti alla newsletter di Internet Business Cafè, con la quale potrai restare costantemente aggiornato su tutte le tecniche per creare un blog di successo.

Oppure puoi chiedere direttamente attraverso il modulo di contatti, saremo lieti di aiutarti e consigliarti le soluzioni ai tuoi dubbi o perplessità.

Creare blog WordPress: il CMS più utilizzatoLa dimostrazione dei fatti: Il CMS più utilizzato in rete

utilizzo-CMS-nel-2013

Non sei ancora pienamente convinto che creare blog WordPress sia la soluzione migliore alla quale dovresti affidarti?

Allora forse ti convincerà il fatto che WordPress è il CMS più utilizzato nella rete (vedi immagine qui a fianco).

Ecco alcuni dati che forse potrebbero eliminare qualsiasi tuo dubbio nel creare blog WordPress:

  • nel 2013 WordPress era stato utilizzato da più del 22% dei migliori 10 milioni di siti web presenti in rete, ed era la piattaforma più popolare ed utilizzata nel web, con oltre 60 milioni di blog e siti web (fonte: Wikipedia)
  • ho usato il verbo al passato “era” perché queste cifre sono sicuramente cresciute nel 2014, visto l’andamento negli ultimi tre anni:
    • 2011: 14.7 % dei siti web sono realizzati con WordPress
    • 2012: 16.7 % dei siti web sono realizzati con WordPress
    • 2013: 18.9 % dei siti web sono realizzati con WordPress
  • sempre prendendo in considerazione le statistiche, nel 2013 WordPress è stato scaricato 46 milioni di volte, per una media di 126.000 download al giorno.

Conclusioni

I fattori che incideranno sul risultato del tuo lavoro e sul raggiungimento del successo del tuo blog non si possono racchiudere in un singolo post; primo fra tutti è sicuramente l’approccio con il quale ti affacci al mondo del blogging, e la strategia che adotterai per la creazione e promozione dei contenuti.

Usare la piattaforma CMS più indicata fa parte di quei fattori, e creare un blog WordPress è sicuramente un must, se vuoi partire con il piede giusto per ottenere risultati concreti.

Ed ora?

Ora che hai ben chiaro qual’è lo strumento migliore per creare un blog, puoi passare al prossimo step ed acquistare un dominio ed un hosting per WordPress.

Se invece hai già un dominio puoi passare direttamente all’installazione di WordPress.

Hai mai utilizzato WordPress? Hai dei problemi o delle perplessità? Vuoi creare un blog di successo?

Per qualunque dubbio o perplessità lascia un commento o invia una mail all’indirizzo [email protected]

E-book gratuito!

Scarica l'e-book gratuito Come creare un blog di successo - gli elementi essenziali

BONUS INEDITO: 
Report Gratuito

COME HO GENERATO OLTRE 2.300 CONDIVISIONI AL BLOG ED OLTRE 500 NUOVI ISCRITTI ALLA MIA LISTA IN SOLE 48 ORE...

con una tecnica semplice, veloce (e gratuita)!
Clicca sul pulsante di Download Qui sotto e Accedi Immediatamente al REPORT GRATUITO
Report come aumentare traffico al sitoSI, INVIAMI IL REPORT GRATUITO
  • Luca Orlandini

    NI. :)

    La scelta di un Cms è molto più complessa e articolata. Tutti i CMS Open Source offrono praticamente tutti i vantaggi che hai nominato ad eccezione della diffusione che è il vero punto di forza – ma anche di debolezza sotto certi aspetti – per wordpress.

    Una Community importante è fonte di grande ricchezza (aiuto nei forum, casistiche già risolte per quanto riguarda gli errori, interventi tempesitivi in caso di falle) ma può essere un problema quando il marketplace di estensioni e template è così vasto e NON CONTROLLATO.

    Io sono abbastanza scafato ma ho acquistato più volte temi professionali che sembravano professionali ma in realtà si sono rivelate vere truffe senza assistenza e con struttura di codice ridicola.

    Il vero vantaggio di WP, rispetto magari a Joomla che è il suo principale concorrente, è che il suo sistema di aggiornamento è molto più efficiente e ben strutturato. E’ possibile mantenere le minor release sempre aggiornate e questo è un punto a favore importante rispetto a Joomla che si sta strutturando ma è ancora un pò indietro sotto questo aspetto.

    Per determinate categorie di siti web (landing page e siti web semplici) WordPress è davvero la scelta migliore anche se via via che il sito web si struttura la complessità nel far funzionare tutti i plugin insieme è esponenziale e spesso richiede più sforzo di quanto non sia necessario con Joomla.

    La cosa migliore è sempre chiedere al cliente quali sono i suoi obiettivi e quale è la sua visione di sviluppo del sito e scegliere con lui la soluzione più adatta.

    • Giacomo Freddi

      Ciao @luca_orlandini:disqus, grazie per il commento!
      Seguo sempre i tuoi post e li trovo molto interessanti.

      Condivido in parte quello che dici, nel senso che, come dice il titolo del post, qui si parla di blog, ed in questo caso, soprattutto per chi si affaccia per la prima volta nel mondo del blogging, WordPress si presta molto più facile ed intuitivo.

      Non lo dico personalmente, ma lo dico in base alle reazioni dei miei clienti:

      nel corso degli anni ho installato, e lo faccio ancora, qualunque tipo di CMS (come dici tu a seconda delle esigenze del cliente) per decine e decine di siti web, andando da Joomla, Drupal fino ad arrivare a Magento ed OpenCart per gli e-commerce (mi è capitato anche di installare concrete5).

      Quello che ho notato è che quando mostri ai clienti il pannello di amministrazione di tutti i CMS il più delle volte rimangono sconcertati e spiazzati dalla complessità dei menu e della gestione.

      Per coloro che sono meno esperti capita anche nel caso di WP (ho creato un mio CMS appositamente per loro), ma molto più raramente.

      Senza contare il fatto che per implementare determinate funzionalità debba quasi sempre intervenire direttamente sul codice (Joomla ha molti plugin, ma mi è capitato molte volte di non trovare quello giusto per l’esigenza del momento), mentre con WP il più delle volte riesco a trovare un plugin che in pochi click fa quello che voglio (anzi molti clienti lo fanno da soli).

      Quindi non sto snobbando le altre piattaforme, visto che le uso anche personalmente, tuttavia sostengo che per la gestione di un blog privato o aziendale che sia, secondo me WordPress sia la piattaforma migliore, sopratutto per coloro che vorrebbero creare da soli il proprio blog.
      E credo che lo confermino anche un po’ le statistiche sul suo utilizzo.

      • Luca Orlandini

        Grazie a te per la discussione interessante! :)

        La facilità d’uso è relativa, dipende molto da come viene configurato il sistema.

        Molti miei utenti ad esempio sono formati su diversi livelli di competenza e chi segue il blog e carica articoli può fare direttamente una submission da frontend in una scheda in cui non è possibile sbagliare nulla mentre chi è più avanzato e ad un livello superiore è consentita anche la gestione del backend.

        Una cosa che non hai nominato ed è un grande vantaggio di wp è yoast che nella scrittura aiuta molto sopratutto se non sei pratico di copy per il web.

        Per il plugin credo dipenda dalla conoscenza della Jed, c’e’ praticamente di tutto ma il vantaggio principale è che ci sono i feedback degli utenti che aiutano a scegliere. Nella Jed curano molto anche la sicurezza delle estensioni: JCE è praticamente l’editor più diffuso ed è stato spubblicato senza pensarci un minuto quando sono state riscontrate falle (poi fixate).

        Per un semplice blog comunque si, wp è probabilmente uno strumento migliore (rispetto a Joomla) per via del suo sistema di aggiornamento.

        Strano però che suggerisci wp per quanto concerne un blog, WP ormai è
        multi purpose (per questo lo metto in confronto con Joomla) mentre per i
        blog di recente è uscito ghost che dovrebbe essere molto più
        performante (lo hai provato a proposito?).

        Anche Yootheme sta sviluppando pagekit che sembra una bomba, sono molto curioso di seguirne gli sviluppi.

        • Giacomo Freddi

          Hai ragione sulla formazione del cliente, ma per comprendere tutti i tipi di utenti, il mio consiglio ricade su WP.

          Diciamo che questo post è incentrato sulle alternative che ha a disposizione chi vuole creare un blog senza esperienza ed installarlo da solo, quindi secondo me è la soluzione migliore.

          E’ secondo me l’alternativa più valida per chi vuole iniziare a bloggare ed aggiungere gradualmente delle funzionalità aggiuntive (che so, mi viene in mente il modulo per la cattura dell’email integrata con mailchimp, piuttosto che con getresponse o altri servizi), in modo facile e senza dover preoccuparsi di chiamare un programmatore.

          Per quanto riguarda Ghost lo trovo ancora un po prematuro, proprio perché è nato da poco e non offre questo tipo di possibilità all’utente poco esperto.

          Inoltre installare Ghost su uno spazio self hosted è più costoso, in quanto gira con Node.js, per il quale i servizi di hosting non sono ancora così diffusi come per i server linux o windows (tra l’altro proprio ora sto sviluppando un app in node.js :) )

          Mentre Yootheme non ho avuto mai l’esigenza di provarlo.. Sicuramente merita un’occasione 😉

  • Pingback: Acquistare dominio e hosting Wordpress. I migliori siti web()

  • Laura Lonighi

    Ciao Giacomo, grazie per aver citato il mio post su Yoast!
    Non sono del tutto d’accordo con i punti da te elencati: non credo che avere un sito in WP riduca l’intervento da parte di web designer e programmatori, anzi. Come ha anche scritto Luca, anch’io spesso sono incappata in temi WP (comprati, non gratuiti) che sembravano professionali ed invece non lo erano affatto. Ho dovuto rimettere mano a tutto il codice e per il tempo che ho perso, tanto valeva che lo creassi da zero io. Una persona che non fosse stata un web designer o programmatore non ce l’avrebbe mai fatta.
    Non sono nemmeno convinta che ci si possa fare tutto: per esempio, se vuoi fare un ecommerce, e lo vuoi fare seriamente, io consiglio sempre a tutti i clienti di evitare come la morte WP. Non è nato per quello, meglio orientarsi su altro, come Magento o Magnolia.

    • Giacomo Freddi

      Ciao Laura, grazie per aver alimentato questa interessantissima discussione! 😉

      Io credo che sicuramente, e come ho detto anche a Luca parlo sulla base di numerosissime esperienze personali, rispetto a qualunque altro CMS riduce di molto l’intervento di programmatori.

      Ovviamente essendo un CMS opensource, è possibile incappare in temi a pagamento fatti male o che non sono all’altezza di quello che dicono o del prezzo con cui vengono venduti (è capitato spesso anche a me, e in quelle occasioni ho letteralmente “massacrato” gli autori del tema nelle recensioni).

      Però è anche vero che, proprio perché WordPress è la piattaforma più diffusa, ci sono numerosissimi servizi, blog, forum di discussione e risorse online che ti indirizzano verso le soluzioni più appropriate, a volte basta solo cercare su google.

      Se acquisti per esempio i temi di YourInspirationWeb, vai sul sicuro ed hai anche un supporto in italiano. Poi a volte è vero che può capitare di cercare qualcosa di diverso e prendere un granchio, ma questo succede in modo amplificato con tutte le piattaforme.

      Per quanto riguarda l’e-commerce, è normale che se prendi delle piattaforme nate appositamente sono più performanti, ma sicuramente magento, opencart, magnolia e qualunque altro tipo di piattaforma e-commerce non permette di bloggare e creare pagine in modo facile e veloce.

      Quello che volevo mettere in chiaro sul post è che, se ti serve di vendere prodotti semplici, in pochi click puoi avere un e-commerce funzionante.

      Se ti serve sia un e-commerce vero e proprio (con gestione magazzino, anagrafica clienti ecc..) che un blog allora sarebbe più opportuno usare una piattaforma e-commerce per vendere i prodotti ed installare WordPress in una sottocartella o in un dominio di terzo livello.

      Comunque WP è sempre presente.

  • Pingback: Come creare un blog Wordpress: la guida completa()

  • Antonio Musarra

    Buongiorno Ragazzi!
    Il thread è molto interessante. Personalmente io utilizzo WordPress per il mio blog (www.dontesta.it/blog) e mi son trovato sempre bene non sviluppando nulla e con plug in e tema free: il risultato mi sembra ottimo. Dal punto di vista editoriale è anche molto semplice da usare, dico per esperienza mia e del blog di mia madre che gestisce da sola.

    Su Joomla conosco solo alcune API perché ho dovuto sviluppare dei plugin d’integrazione con sistemi di CRM e Billing. Da questo punto di visto devo ho apprezzato la struttura di sviluppo ma in particolare la documentazione delle API.

    Vi metto sul fuoco un altro sistema che utilizzo molto e diffuso in ambito enterprise e che reputo molto valido. Anche qui solitamente mi occupo d’integrazione. Faccio riferimento a Liferay.

    Bye,
    Antonio.

    • Giacomo Freddi

      Ciao Antonio, grazie per il commento!

      proprio il fatto che tua madre gestisce da sola il proprio blog con WordPress è una riprova di come questo CMS sia una grandissima soluzione per gestire i contenuti sul web (a prescindere dal fatto che poi tua madre possa anche essere una programmatrice super esperta 😉 ).

      Grazie anche per la segnalazione di Liferay, che non ho ancora mai provato, e che testerò sicuramente in occasione di uno dei miei prossimi progetti.

      Alla prossima,
      Giacomo

  • Pingback: Guadagnare con il blog: ecco il segreto()

  • Stefania Lombardi

    Ciao a tutti, premetto che non sono una grande esperta. Però, in linea di massima, penso non ci sia “un cms perfetto”. Dipende dalle esigenze e dal grado di complessità. Mi permetto di segnalarvi una guida alla scelta del cms giusto. è anche gratis 😉 http://www.engitel.com/news/da-ict4executive-ed-engitel-una-guida-alla-scelta-del-cms.html

    • http://www.internetbusinesscafe.it/ Giacomo Freddi

      Ciao Stefania, grazie per il commento.

      Quello che fa di WordPress il CMS perfetto è sopratutto il fatto che si tratta del CMS più diffuso al mondo, e quindi quello con il più elevato supporto tecnico, il più elevato numero di plugin per praticamente per qualsiasi esigenza e qualsiasi tipo di sito web/business, il più elevato numero di comunità e sotto-comunità, tutorial, documentazioni ecc. ecc. ecc….

      …insomma, ci siamo capiti. :-)

      Qualche anno fa anche io ho realizzato un mio CMS personalizzato che non aveva nulla da invidiare a WP dal punto di vista delle funzionalità, ma non per questo era il più utile ed indicato:

      non aveva lo stesso numero i plugin di WP, ne tanto meno io potevo offrire lo stesso tipo di documentazione o supporto tecnico (gratuitamente per altro) e tutte le altre cose che può avere un utente di WP: mi mancavano troppe cose.

      Spero di aver reso l’idea 😉
      Giacomo